Lo ami, è vero, ma detto questo non ti dispiacerebbe aggiungere un pizzico di imprevedibilità alla vostra storia. E allora è evidente che nascondi uno spirito da cacciatore che probabilmente ti spingerà al divorzio, se non troverai uno stimolo che possa aggiungere delle novità alla vostra relazione di coppia: almeno, nel 50% dei casi è proprio così che finisce. E spesso la causa… indovina qual è?

Il tradimento, ovviamente. Questo non accade nelle coppie scambiste che, a dispetto di quanto possano dire in giro gli altri, sono molto più solide delle coppie tradizionali: perché? Perché non nascondono i propri istinti o desideri, ma li accettano e li accontentano per il bene della coppia, e per il piacere di restare uniti per tanto tempo ancora.

La “scienza” della monogamia

Fior fior di sociologi sostengono che l’essere umano civile e moderno debba rispettare il vincolo della monogamia: e non parliamo solo dei retaggi della Chiesa Cattolica, ma di un modo di pensare che basa tutto il discorso sulla falsa credenza che un amore non possa sussistere con la presenza di più partner. E invece, se da un lato la monogamia per molti rappresenta la certezza di un legame sicuro, per altri è una costrizione, ma non per questo bisogna etichettarli come “cheaters”, o peggio ancora. Fortunatamente, ci sono anche studiosi come David Barash che sostengono il contrario: ovvero che la monogamia non è una scienza, ma un mito. E spesso alle coppie basta aprire la mente e provare una relazione aperta, per rendersi conto della verità nelle parole di Barash e di tanti altri.

La caccia nelle relazioni aperte

Sono molti i personaggi famosi che – più o meno velatamente – appoggiano la libertà delle relazioni aperte. Come il noto rapper Pitbull, che canta: “quello che gli occhi non vedono, il cuore non sente”. Parole che vengono poi spiegate così dallo stesso rapper: “Io so solo una cosa: che ci sono più uomini al mondo che donne, e che ogni uomo ha le sue esigenze”. A voi lasciamo le conclusioni!

Purtroppo non tutti sono così aperti e sinceri, quando parlano di monogamia o di relazioni aperte. Ma allo stesso tempo, quando si urla alla libertà, si dovrebbe anche pensare a chi ha scelto liberamente la via delle relazioni aperte agli scambi, e che per questo non deve essere necessariamente compreso, ma quanto meno rispettato. E spesso questo non accade perché le persone si fissano con i concetti di giusto o sbagliato, che in realtà è solo la società in cui viviamo a ritenere tali: nell’Antica Roma, ad esempio, le relazioni aperte e l’omosessualità erano fatti di vita quotidiani e accettati da tutti.

In una relazione aperta non chiedere, non dire

In fondo può capitare a tutti noi: di innamorarci giovanissimi e di sposarci giovani, per poi sentire l’esigenza di qualcos’altro a livello prettamente carnale. Siamo sbagliati quando pensiamo ad altre ragazze o ragazzi? E perché dovremmo sentirci tali se anche il nostro partner condivide questi pensieri o bisogni? Il segreto sta tutto lì: non chiedere, non dire, ma semplicemente fare e lasciar fare. Se c’è amore (amore vero) la carnalità è solo un aspetto secondario, uno sfogo animalesco, un vizio come un altro. Purtroppo, il senso di colpa spesso ci spinge a reprimere queste nostre pulsioni, e a dare addosso a chi lo fa alla luce del sole, perché lui ha trovato il coraggio per farlo, noi no.

D’altronde il mondo è pieno di storie di coppie che per anni hanno ignorato che il partner vivesse una seconda storia sessuale, e che quando questo è venuto alla luce, i sentimenti hanno prevalso su tutto. Quando poi entrambi scoprono di condividere questa passione, ecco che la sincerità vi svela un mondo tutto nuovo, fatto di condivisione e di divertimento. E soprattutto di onestà nella coppia aperta

La proposta indecente nella coppia aperta

Spesso per uscire allo scoperto serve che uno dei due prenda l’iniziativa e decida di essere sincero con il partner. Non bisogna aver paura nel fare “outing”, perché ogni rapporto sentimentale vero dovrebbe basarsi sempre e solo sulla sincerità. Certo, non è detto che il partner possa capire, ma non è neanche detto che dica no per partito preso: potrebbe pensarci, riflettere sulla “proposta indecente” e magari anche provare per curiosità.

Ma è davvero tutto così semplice?

No, non lo è. Non è semplice questo così come non è semplice qualsiasi momento vissuto da una coppia. Ovviamente lo scambio di coppie, il sesso a tre ed altri rapporti propri di una coppia aperta non sono per tutti: è una sfida che richiede la presenza di un amore molto forte, che possa superare la gelosia, gli imbarazzi e le insicurezze. Non è da tutti imparare a limare questi aspetti che, diciamocelo, ognuno di noi – anche il più aperto – ha provato almeno una volta nella propria vita.

Ed è ancora Barash a darci la giusta chiave di lettura: “Il segreto per una relazione aperta è che siano entrambi a volerlo. E se lo vogliono entrambi, che male c’è?”.